Servizi per gli italiani

Maltinti y Asociados ha sempre agevolato l’inserimento degli italiani nel paese.

Infatti, per gli italiani, vige il Trattato di Amicizia, Commercio e Navigazione tra la Repubblica di Panamá e la Repubblica Italiana, entrato in vigore con la legge n. 15 del 01.02.1966, che regola la materia delle residenze permanenti e dei permessi di lavoro.

Grazie a questo Trattato e a vari decreti successivi, gli italiani godono di un trattamento più favorevole rispetto a cittadini di altri paesi.

Questo vale non solo per la residenza permanente ma anche per il permesso di lavoro.

In entrambi i casi, l’assistenza di un legale è fondamentale.

In merito alla residenza permanente, la legge richiede, come presupposto, che il richiedente voglia instaurare o mantenere relazioni professionali o economiche nel paese.

Bisognerà specificare di che natura è l’attività economica o professionale che si ha intenzione di svolgere.

Occorre fornire la prova della propria solvibilità nel breve termine, e, in caso di attività d’impresa, dimostrare le relazioni intercorrenti tra il datore e i dipendenti.

Fornire documentazione del possesso, da parte dei dipendenti, di tutti i requisiti necessari per lavorare nel territorio nazionale.

Come si vede, chi ha intenzione di restare a Panamà deve soddisfare precise condizioni.

La verifica delle condizioni e dei requisiti per risiedere e lavorare nel paese viene compiuta dagli organi amministrativi competenti secondo tempi e prassi consolidate che lo straniero o l’italiano che arriva a Panamá non conosce e non può conoscere.

Anche per queste ragioni, l’appoggio di uno studio legale, come già ricordato, può fare la differenza.

Naturalmente, oltre a fornire assistenza in merito a residenze permanenti e permessi di lavoro, Maltinti y Asociados, forte di una lunga esperienza in tema di rappresentanza in giudizio, è sempre a disposizione dei cittadini italiani presenti sul territorio nazionale, per patrocinarli in contenziosi di diritto civile, penale e amministrativo.